Credits  |  Cerca nel sito  |  Contatti  |  News

Aporie-Testata

beatrice-protagonisti

La fama tua non fù giammai segreta
parlan di te i lontani e più vicini
riordandoti ognun sempre si allieta
rileggendo gli scritti tuoi più fini
che fanno l'apra tua chiara e completa
di concetti profondi: Oltre i confini
 è giunto l'eco del tuo gran sapere
dotto poeta, e nobil cavaliere.
(Romanelli 1980: 116).

Agricoltore e poi sindaco, originario di Montefiascone (VT), nato nel 1898 e morto nel 1974, risulta attivo intorno al 1936. Ha stampato "'L campo de le rose" Montefiascone, 1980. Sindaco di Montefiascone per un mandato nel secondo dopoguerra, autore polimetro, ottave scritte non incatenate. Da non confondere con un suo omonimo, da Capodimonte. (A.R.)

Romanelli 1982: 95 così lo ricorda: "Rivedo la sua elegante figura, di persona educata e colta. Quando mi fu presentato la prima volta mi lesse alcuni brani di sue poesie, dove confermava in pieno quanto già mi era stato detto di lui. Infatti dà prova nei suoi scritti, oltre che di ricca creazione dei versi anche di un italiano perfetto. Già altre volte lo incontrai e divenuti amici, ci scambiammo spesso idee passioni ecc., però nel campo della improvvisazione non lo vidi mai né lo ascoltai".